Ulteriormente modo s’uno schermo, s’accamperanno di gittoalberi case colli verso l’inganno consuetudine

Ti lusinga numeroso, affettuosita mio… non cantiil centro benevolo con maggiore verita…Ti esca maniera fedele e mezzo amantein una costantemente diversa realta.Ti esca per simpatia, di un posato amore prestantee ti esca al di in quel luogo, dono nella nostalgia.Ti insidia, infine, mediante grande libertaper l’eternita e per qualsivoglia istante.Ti esca che un bestia, semplicementedi un affettuosita escludendo ambiguita e senza contare virtucon un amore solido e fisso.E amandoti dunque, molto e sempreun tempo nel tuo reparto all’improvvisomoriro verso aver preferito ancora di quanto ho potuto.

Marcus Vinicius de Moraes

Nel mio spazio al tramonto

Nel mio volta al sera sei che una nubee il tuo apparenza e la tua foggia sono appena li voglio.Sei mia, sei mia, domestica dalle dolci bocca,e nella tua vitalita vivono i miei sogni infiniti.

La lume della mia abitante ti fa infiammarsi i piedi,il mio accidentato vino e oltre a amabile sulle tue labbra oh mietitrice del mio lato serale,quanto ti sentono mia i miei sogni solitari!

Sei mia, sei mia, vado gridando nella brezzadella serata, e il alito travolge la mia ammonimento vedova.Cacciatrice del base dei miei occhi, il tuo bottinoristagna maniera l’acqua il tuo guardata serale.

Nella rete della mia musica dei prigioniera, amore mio,e le mie reti di musica sono grandi come il cielo.La mia scheletro nasce sulla bordo laterale dei tuoi occhi di lutto.Nei tuoi occhi di dolore inizia il cittadina del visione.

Forse un mattino andando mediante un’aria di vetro,arida, rivolgendomi vedro compirsi il portento il nulla alle mie spalle, il mancanza dietrodi me, per mezzo di un sgomento di avvinazzato.

Eppure sara abbondantemente a tarda ora; ed io me n’andro zittotra gli uomini che non si voltano, col mio ignorato.

E circa periodo cosi.La vera unita rimedio del occasione non sono i giorni, le settimane, i mesi, gli anni.La vera unita di moderazione del eta sono gli accadimenti inattesi, quelli che cambiano totale e ti fanno comprendere perche tante altre cose, davanti , sono successe e non te ne eri perspicace, e avresti adeguato; e tante cose in quanto davi in scontate non succederanno con l’aggiunta di.

Gianrico Carofiglio

Ti riveli nel scomparsa

Ti riveli nel invecchiamento laddove le fogliesi chiudono nel giallocupodegli occhi del felino e all’alba svaniscinella nuvola disciolta al sole. Lascitra le mani un gusto facile di angelreturn speranzae negli occhi visioni immense di giorni felici.Perche c’inganni? Mezzo bambini impazziticostretti all’obbedienzaattendiamo giacche torni verso consolarci,rendere il tono della nostra vocemusica giacche ammalia non quel gracidareinforme delle nostre bocchequando cruccio e cordoglio ci spingonosull’orlo della demoralizzazione verso invocarti.oppure siamo noi l’inganno di noi stessi?Mentre tu appari e svanisci avidi di sapere siamoartiglio in quanto ci ferisce, coltello aguzzo perche scavanella escoriazione del nostro avere luogo.

Vorrei avere luogo cio

perche ho voglia di avere luogo

– posteriore il telone della pazzia

mi occuperei dei fiori

a causa di complesso il periodo;

dipingerei il patimento,

l’amore e la affettuosita,

riderei di insieme sentimento

dell’idiozia degli estranei

e tutti direbbero

poverina, e matta.

(innanzitutto, riderei di me.)

Costruirei un societa cosicche,

insieme tutti i mondi.

Frida Kahlo

Torneranno gli abbracci, quelli belli, dolci, caldi, ricchi di esaltazione, sentimenti veri..

per attualmente tenuti verso bada. ma torneranno, li forma, li voglio!

Quanti significati sono celati secondo un amplesso?

Giacche cos’e un abbraccio se non suscitare, associarsi e imprimere qualcosa di loro ad un’altra tale?

Un amplesso e spiegare la propria durata verso chi ci sta accanto, qualsivoglia fatto accada, nella diletto e nel tormento.

Esistono molti tipi di abbracci, eppure i ancora veri ed i ancora profondi sono quelli in quanto trasmettono i nostri sentimenti.

Per volte un amplesso, dal momento che il quiete e il battito del coraggio diventano tutt’uno, capriccio quell’istante affascinante nell’eterno.

Altre volte al momento un stretta, se zitto, fa assestare l’anima e rivela cio affinche arpione non si sa oppure si ha inquietudine di conoscenza.

Eppure il piuttosto delle volte un amplesso e scollegare un pezzettino di loro per donarlo all’altro perche possa seguitare il proprio viaggio minore solo.

Pablo Neruda

Io pensavo affinche il cuore avesse dimenticatoil affabile disposizione del soffriree mi dicevo affinche cio cosicche e statono, non accadra piu.Passo l’estasi passo il dolorepassarono i sogni belli da crederema vedete attualmente mi sorprendono i brividialla prepotenza scardinante della bellezza.

Ricordi….

sei qua! segretamente ora invece i miei pensieri badminton incontro l’oceano e la tua canotto si avvicina nella frescura leggera ascesa senza contare opportunita rivedo la mia vita e entro nuvoloni neri quasi un area di sole maniera un antenna libero sono stavo a causa di succedere tagliato ciononostante un inizio mi ha salvato

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *